Segretariato regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per il Veneto

Progetto educativo "La Scuola nel vigneto"

Un viaggio atraverso il ciclo del vino per apprendere storia e cultura della Valpolicella fra tradizione e contemporaneità

Il progetto nasce per favorire l’apprendimento della storia delle tradizioni e della cultura della Valpolicella sviluppando l’interesse, la conoscenza e l’attenzione per il proprio territorio nei suoi aspetti artistici, paesaggistici e culturali; dal 2012 ogni anno gli alunni della scuola secondaria di I grado dell'l’Istituto Comprensivo “E. Salgari” di Negrar (Verona), guidati dal personale di Cantina Valpolicella Negrar, partecipano a due laboratori in vigneto e in cantina per un viaggio alla scoperta del "ciclo del vino".
Una volta a scuola, con gli insegnanti delle varie discipline approfondiscono gli argomenti trattati e, con il linguaggio espressivo a loro più congeniale – il disegno, la grafica, la scrittura, la fotografia, la narrazione – rappresentano in un elaborato creativo il tema della finalità sociale individuata annualmente.

Per l’anno scolastico 2013-14 si è deciso di promuovere la conoscenza e la valorizzazione della Carta Lapidaria del Campanile della Pieve di San Martino di Negrar (1166), così da far conoscere un documento storico rappresentativo della Valpolicella e contribuire a recuperare una memoria significativa legata all’identità di Negrar, oltre che incentivare nelle giovani generazioni e nella comunità l’interesse per la valorizzazione e la tutela del patrimonio culturale.

L’elaborato creativo riconosciuto più significativo da una giuria di esperti e secondo criteri precedentemente condivisi, costituisce la base grafica per realizzare l’etichetta destinata a rivestire le bottiglie di vino messe a disposizione da Cantina Valpolicella Negrar, che compongono l’esclusiva Collezione “La Scuola nel vigneto”: 500 bottiglie realizzate con l'etichetta vincitrice verranno messe in vendita per contribuire al restauro conservativo della Carta Lapidaria.

Venerdì 23 maggio 2014 si terrà la giornata conclusiva dell'evento con la premiazione di tre disegni migliori e dell'etichetta dell'anno.

Il progetto è realizzato con il patrocinio del Comune di Negrar e il sostegno di Valpolicella Benaco Banca. Concorrono alla realizzazione dell’iniziativa altri soggetti pubblici e privati che condividendone le finalità offrono il loro contributo economico e professionale: quest'anno, la Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici del Veneto in rappresentanza del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e l'Istituto "Paolo Brenzoni" - Arte del marmo di Sant'Ambrogio di Valpolicella (Verona) mettono a disposizione alcune figure di ruolo per delle lezioni in loco relative alla storia del documento lapidario, al progetto di restauro conservativo e alla sua valorizzazione.

In allegato il porgramma della prossima giornata di premiazione.