Segretariato regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per il Veneto

Linee guida per il superamento delle barriere architettoniche nei luoghi di interesse culturale

Decreto ministeriale 28 marzo 2008

La legislazione in materia di superamento delle barriere architettoniche identifica tre concetti in relazione al superamento delle barriere architettoniche: accessibilità, adattabilità, visitabilità.
Sulla scia della principale normativa vigente, appunto la legge 9 gennaio 1989, n. 13, Disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati, e il DPR 6 giugno 2001, n. 380, Testo unico in materia edilizia, in particolare Capo III (Disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati, pubblici e privati aperti al pubblico), il Ministero per i beni e le attività culturali ha elaborato un set di linee-guida nel campo specifico dei luoghi di interesse culturale. Le Linee guida per il superamento delle barriere architettoniche nei luoghi d’interesse culturale vengono a dare un supporto alla migliore fruizione pubblica del patrimonio culturale italiano. Ai sensi degli articoli 3 e 6 del D.lgs 42/04, la fruizione è il fine istituzionale delle attività di tutela e valorizzazione che impegnano il Ministero: garantire l’accessibilità ai luoghi d’interesse culturale diventa quindi un compito prioritario da porre alla base di qualsiasi intervento di conservazione e valorizzazione. Le linee guida prendono in considerazione la complessità delle forme di disabilità, ponendo attenzione a diverse tematiche, non solo barriere architettoniche ma anche percettive, fornendo anche suggerimenti di tipo progettuale laddove non sono stati riscontrati specifici riferimenti di legge.

Documento aggiornato al:

31/12/2010