Segretariato regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per il Veneto

EDUCAZIONE E RICERCA

La predisposizione annuale da parte della Direzione generale Educazione e Ricerca d’intesa con il Consiglio superiore Beni culturali e paesaggistici del Piano nazionale per l’Educazione al patrimonio culturale è una delle novità introdotte dal DPCM del 29 agosto 2014, n.171. La trasmissione di conoscenze e di valori propri del patrimonio culturale concorre ad affermare la dimensione culturale degli individui e ha positivi impatti sul piano sociale perché stimola i processi di costruzione dell’identità e rafforza il senso di appartenenza alla comunità di riferimento. La funzione educativa del patrimonio è richiamata anche nella declinazioni dei compiti delle nuove strutture periferiche del MIBACT.

I Segretariati Regionali - che fanno capo al Segretariato Generale - devono infatti curare” in raccordo con le Regioni e gli enti locali interessati, l'attuazione degli indirizzi strategici e dei progetti elaborati a livello centrale relativi alla valorizzazione e alla promozione turistica degli itinerari culturali e di eccellenza paesaggistica e delle iniziative finalizzate a promuovere la conoscenza delle identità territoriali e delle radici culturali delle comunità locali (DPCM 171/2014 art.32 c.2 lett. r). Le profonde innovazioni che hanno segnato le politiche culturali e formative italiane hanno concorso a disegnare un nuovo scenario entro cui collocare le attività di educazione al patrimonio con le istituzioni scolastiche. Con il protocollo d’intesa tra MIBACT e MIUR siglato nel maggio del 2014 i due dicasteri si “impegnano a promuovere modelli operativi di apprendimento correlati ai bisogni formativi dei giovani e allo sviluppo di abilità e competenze integrate in grado di rispondere ai mutati contesti socio-economici”.

 

Progetto di tutela e valorizzazione delle "Case d'artista"

ll Segretariato Regionale per il Veneto visto l'esito positivo dei percorsi curriculari e di Alternanza scuola lavoro dell'ultimo biennio, propone per il 2018 un progetto più complesso “Case d’artista”, luoghi importanti e ricchi di suggestione per la storia che racchiudono e attualmente al vaglio del Ministero. In collaborazione con la Fondazione di Venezia e l’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto è stato sottoscritto sottoscritto un Protocollo al fine di intervenire in modo concreto nella facilitazione dell’alternanza scuola lavoro per i licei e per alcuni Istituti tecnici. L'obiettivo è lo sviluppo e la diffusione dell'Alternanza Scuola Lavoro attraverso specifici percorsi, studiati e condivisi, in grado di offrire agli studenti opportunità formative di alto e qualificato profilo per l'acquisizione di competenze spendibili nel mercato del lavoro e nella scelta post diploma. Con il progetto Tutta un’Altra ASL la Fondazione di Venezia, l’USRV e il Segretariato regionale del Veneto hanno attuato gli obiettivi del piano nazionale dell'educazione al patrimonio: il Segretariato ha ideato e proposto il progetto di tutela e valorizzazione delle case d'artista, la Fondazione attraverso i propri contatti istituzionali ha creato una rete di soggetti in grado di proseguire il percorso di ASL di alto livello, nonchè fungendo da piattaforma di coordinamento tra scuola e soggetto ospitante; l’USRV ha agevolato la definizione del percorso 2018 negli Istituti scolastici, efficace per potenziare l’autonomia, il senso di responsabilità e la conoscenza di sé.

Sarà disponibile a breve la data ufficiale di presentazione del progetto